La carta dell'uso agricolo del suolo è redatta secondo i criteri dettati dalla Lr 14/1982, Allegato I, Titolo II, punto 1.8 - Zone agricole, che recita “Gli strumenti urbanistici generali dovranno individuare le destinazioni colturali in atto per tutelare le aree agricole particolarmente produttive, evitando che esse siano utilizzate a fini edilizi”.
Il territorio comunale deve essere classificato in base all’uso agricolo del suolo. Le zone agricole sono così articolate:

Aree boschive, pascolive e incolte - E3;
Aree seminative ed a frutteto - E2;
Aree seminative irrigue con colture pregiate ed orti a produzione ciclica intensiva - E1.

Vai all'inizio della pagina